Passa ai contenuti principali

UN PAESE IN SVENDITA (DI IDE E DI IRI)


Dal 2008 al 2012, 437 aziende italiane sono passate nelle mani di acquirenti esteri. Di queste, almeno 130 erano marchi importanti.

Nel 2016 le acquisizioni straniere di marchi italiani ammontavano a 74 miliardi di euro contro i 3,6 miliardi di acquisizioni all’estero operate dall’Italia.
Cioè 20 volte di più.
La Francia da sola ha speso in Italia il triplo di quanto abbia speso, in tutto, l'Italia fuori: oltre 9 miliardi per comprare fette del Made in Italy.


Sono le meraviglie degli IDE, gli Investimenti Diretti Esteri.
Che poi sarebbero i saldi d'occasione per gli acquirenti stranieri.

Il tutto mentre lo Stato, che avrebbe dovuto tutelare le imprese italiane (che in Italia danno lavoro e pagano le tasse), per colpa della peggior classe politica mai vista, regalava i gioielli di famiglia a concorrenti stranieri senza scrupoli.




Per capire meglio di cosa stiamo parlando, ecco un elenco*, non esaustivo, dei marchi italiani passati in mano straniera.

Acqua di Parma (LVMH) Francia 🇫🇷
Algida (Unilever) Inghilterra 🇬🇧
Ansaldo Breda (Hitachi) Giappone 🇯🇵
Ansaldo STS (Hitachi) Giappone 🇯🇵
Benelli (Qianjiang Group Co. Ltd) Cina 🇨🇳
Bertolli (Unilever / Deoleo) Inghilterra 🇬🇧 / Spagna 🇪🇸
Birra Peroni (Asahi Breweries) Giappone 🇯🇵
Bnl (BNP Paribas) Francia 🇫🇷
Bottega veneta (Kering) Francia 🇫🇷
Brioni (Kering) Francia 🇫🇷
Buitoni (Nestle via Newlat) Svizzera 🇨🇭
Bulgari (LVMH) Francia 🇫🇷
Cademartori (Lactalis) Francia 🇫🇷
Carapelli (Deoleo) Spagna 🇪🇸
Cariparma (Crédit Agricole) Francia 🇫🇷
Coccinelle (E-Land Europe) Corea del Sud 🇰🇷
Compagnia Italiana Forme Acciaio SPA (Zoomlion Heavy Industry Science and Technology Co., Ltd.) Cina 🇨🇳
Conbilel (Oaktree Capital Management) Stati Uniti 🇺🇸
Cova (LVMH) Francia 🇫🇷
De Tomaso (Ideal Team Ventures Limited) Cina 🇨🇳
Dietor (Katjes International Gmbh) Germania 🇩🇪
Dietorelle (Katjes International Gmbh) Germania 🇩🇪
Dodo (Kering) Francia 🇫🇷
Ducati [Audi (via Lamborghini Automobili)] Germania 🇩🇪
Edison (Électricité de France) Francia 🇫🇷
Energie [Crescent HydePark (via Miss Sixty)] Cina 🇨🇳, Singapore 🇸🇬
Eridania (Cristal Union) Francia 🇫🇷
Fendi (LVMH) Francia 🇫🇷
Ferretti Weichai Power Cina 🇨🇳
Fiat Ferroviaria (Allstorm) Francia 🇫🇷
Fiorucci [Janie e Stephen Schaffer (privati)] Inghilterra 🇬🇧
Galatine (Katjes International Gmbh) Germania 🇩🇪
Galbani (Lactalis) Francia 🇫🇷
Gelati Motta (Froneri International) Inghilterra 🇬🇧
Gianfranco Ferré (Paris Group International LLC) Emirati Arabi 🇦🇪
Grom (Unilever) Inghilterra 🇬🇧
Gruppo Gancia (Russian Standard) Russia 🇷🇺
Gucci (Kering) Francia 🇫🇷
Indesit (Whirpool) Stati Uniti 🇺🇸
Invernizzi (Lactalis) Francia 🇫🇷
Italcementi (HeidelbergCement) Germania 🇩🇪
Krizia (Marisfrolg Fashion Co. Ltd) Cina 🇨🇳
La Perla [Sapinda (Lars Windhorst)] Germania 🇩🇪
La Rinascente (Central Group) Thailandia 🇹🇭
Lamborghini (Audi) Germania 🇩🇪
Lanificio Cerruti (Njord Partners) Inghilterra 🇬🇧
Locatelli (Lactalis) Francia 🇫🇷
Loro Piana (LVMH) Francia 🇫🇷
Lumberjack (Ziylan) Turchia 🇹🇷
Magneti Marelli (Calsonic Kansei) Giappone 🇯🇵
Mandarina Duck (E-Land Europe) Corea del Sud 🇰🇷
Merloni [Whirpool (via Indesit)] Stati Uniti 🇺🇸
Mila Schon (Itochu Corporation) Giappone 🇯🇵
Miss Sixty (Crescent HydePark) Cina 🇨🇳, Singapore 🇸🇬
Nastro Azzurro [Asahi Breweries (Gruppo Peroni)] Giappone 🇯🇵
Nocrineria Fiorucci (Campofrio Food Group) Spagna 🇪🇸
Parmalat (Lactalis) Francia 🇫🇷
Perugina (Nestlè) Svizzera 🇨🇭
Pininfarina (Mahindra Group) India 🇮🇳
Pirelli (Marco Polo International Holding Italy S.p.A.) Cina 🇨🇳
Poltrona Frau (Haworth Inc.) Stati Uniti 🇺🇸
Pomellato (Kering) Francia 🇫🇷
Pucci (LVMH) Francia 🇫🇷
Richard Ginori [Kering (via Gucci)] Francia 🇫🇷
Safilo (Hal Investments) Olanda 🇳🇱
Saila (Katjes International Gmbh) Germania 🇩🇪
Saiwa (Mondelēz International) Stati Uniti 🇺🇸
San Pellegrino (Nestlè) Svizzera 🇨🇭
Sasso (Deoleo) Spagna 🇪🇸
Sergio Tacchini (Hembly International Holdings) Cina 🇨🇳
Sperlari (Katjes International Gmbh) Germania 🇩🇪
Splendid (Jacobs Douwe Egberts) Olanda 🇳🇱
Star (GBfoods) Spagna 🇪🇸
Telecom Italia (Elliott Management Corporation) Stati Uniti 🇺🇸
Valentino (Mayhoola for Investments Spc) Qatar 🇶🇦
Valle degli Orti (Frosta) Germania 🇩🇪
Versace (Capri Holdings) Stati Uniti 🇺🇸
Wind [VEON Ltd. / CK Hutchison Holdings Limited, Bermuda (Regno Unito) 🇬🇧 / Isole Cayman (Cina)] 🇨🇳

[https://newsmondo.it/aziende-italiane-controllate-da-str…/…

Commenti

Post più visti

Quando e perchè è iniziato il declino Italiano ?

Nel 1987 l’Italia entra nello Sme (Sistema monetario europeo) e il Pil passa dai 617 miliardi di dollari dell’anno precedente ai 1201 miliardi del 1991 (+94,6% contro il 64% della Francia, il 78,6% della Germania, l’87% della Gran Bretagna e il 34,5% degli Usa). Il saldo della bilancia commerciale è in attivo di 7 miliardi mentre la lira si rivaluta del +15,2% contro il dollaro e si svaluta del -8,6% contro il marco tedesco.

Tutto questo,  ha un suo apice e un suo termine coincidente con la nascita della Seconda Repubblica. La fredda legge dei numeri ci dice difatti che dal 31 dicembre del 1991 al 31 dicembre del 1995, solo quattro anni, la lira si svaluterà del -29,8% contro il marco tedesco e del -32,2% contro il dollaro Usa.
La difesa ad oltranza e insostenibile del cambio con la moneta teutonica e l’attacco finanziario speculativo condotto da George Soros costarono all’Italia la folle cifra di 91.000 miliardi di lire.
In questi quattro anni il Pil crescerà soltanto del 5,4% e sarà…

Perché il Governo italiano non ha (ancora) costituito una banca pubblica ?

Una domanda che ci si pone da qualche tempo è perché il Governo italiano non abbia (ancora) costituito una banca pubblica, o meglio una rete di banche pubbliche. E’ una domanda che meriterebbe una risposta che qui non è possibile dare. E’ vero che lo Stato italiano possiede l’85% della proprietà di Cassa Depositi e Prestiti, ma CDP non è una banca pubblica nel senso vero del termine. E’ una società per azioni che eroga finanziamenti allo Stato, agli enti pubblici e alle imprese, ma non è certo sufficiente per definirla banca pubblica, soprattutto perché non è soggetta ad alcun regime pubblicistico. Eppure, i trattati UE non impediscono a uno Stato membro di possedere delle banche, né di utilizzarle, entro certi limiti, per erogare il credito ai privati e per finanziare il debito pubblico. 
Infatti, le banche pubbliche godono di un regime eccezionale proprio sul punto. Vediamo che dice l’art. 123 TFUE:

Sono vietati la concessione di scoperti di conto o qualsiasi altra form…

La distruzione del patrimonio pubblico italiano. Le responsabilità dei nostri governanti.

Dopo l’assassinio di Aldo Moro, i nostri governanti, divenuti vittime del neoliberismo, pensiero unico dominante, hanno fatto di tutto per togliere al Popolo il proprio patrimonio pubblico (la “proprietà pubblica”,di cui all’art. 42 Cost., comma 1, primo alinea), dimenticando che, come un individuo non può fare nulla se non ha un suo piccolo patrimonio, così un “Popolo”, e cioè, come diceva il Pugliatti, un “Soggetto plurimo”, non può fare nulla se è privato del “patrimonio pubblico”. 
Questo fine perverso è stato perseguito su due piani: quello “finanziario” e quello puramente “economico”.

Sul piano finanziario, c’è stato l’adeguamento dell’Italia al sistema globale della “finanziarizzazione” dei mercati. 
Si è, in altri termini, dato per legge valore di “moneta” a dei semplici “prodotti finanziari” tossici per l’economia perché di non sicura realizzazione. I “prodotti finanziari” sono stati molti e di diverse specie, ma tutti inficiati dall’incertezza del perseguimento dell…